Instructions not Included

Instructions not Included

Instructions not Included

122 min

Andrés Vázquez, Hugo Stiglitz, Eugenio Derbez, Leia Freitas, Ángela Moreno, Gilda Gentile, Nancy Taira, Jessica Lindsey, Sammy Pérez, Arcelia Ramírez.

Playboy di Acapulco con meches bionde d’ordinanza, Valentin vede recapitarsi a casa da un’ex fiamma una figlia di un anno di cui non sapeva l’esistenza. Trasferitosi a Los Angeles insieme alla piccola Maggie, alla ricerca della madre che intanto è sparita senza lasciar traccia, il neo papà entra casualmente nel mondo del cinema dove comincia a lavorare come stuntman. Dopo sei anni, quando l’equilibrio tra Valentin e Maggie è ormai consolidato, la mamma si ripresenta reclamando i propri diritti. Un uomo inadatto alla vita adulta si trova a dover badare ad un bambino scoprendo in sé attitudini sconosciute.
Da Il monello di Charlie Chaplin in poi, il mondo del cinema ha spesso raccontato storie di paternità improvvise, tanto con i toni della commedia quanto con quelli del dramma. Da parte sua, Eugenio Derbez opta per le tonalità del moderno “dramedy”, a metà strada tra l’una e l’altra possibilità, in media alternanza e graduale ascesa dal sorriso al pianto. E, c’è da notare, la precisa declinazione del genere in oggetto, che non lesina certo in momenti di melodrammatica presa, funziona in maniera discreta per il giovane adulto o per il fanciullo smaliziato per quasi un’ora di durata. Se la prima parte, con le trovate legate al personaggio di Valentin, prima playboy pieno di fobie e poi stuntman indisciplinato e capace suo malgrado, procede senza intoppi, l’innesco del dramma vero e proprio, difatti, avvia il racconto verso una coda troppo programmaticamente lacrimosa.